Audiologia e Acufene : il forum senza censura !!
 
Pagina precedente | 1 2 3 | Pagina successiva

Acufene netto miglioramento

Ultimo Aggiornamento: 31/07/2017 16.01
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 26
11/03/2017 21.57

Salve a tutti,

dopo aver letto voi ed un po ovunque in cerca di rimedi all acun'energia, ed aver trovato conforto ed utili consigli, vorrei condividere con voi tutti ciò che aggiunto, ad una dieta iposodica ed iperidrica, mi ha ridotto l acufene da suono/frequenza a 8500hz (circa),a volte insopportabile, ad un sibilo/sfiato circolatorio più o meno intenso ma accettabilisimo..alle volte quasi piacevole e rilassante.

Ovviamente ho sostituito il sale da cucina con quello Himalayano, ho preso tutto lo spettro vitaminico con un integratore da banco insieme a ginko e lievito di birra e così facendo ho ridotto gli episodi insopportabili nell arco della giornata.

Poi ho continuato con un concentrato alcalino per aumentare il ph dell acqua, e qui oltre ad avere un livello energetico e generale decisamente migliore sotto ogni punto di vista, e qui il volume a cui sentivo il suono ha iniziato ad ab abbassarsi ogni giorno di più...

Ma la sera prima di dormire, cambiando posizione e nel silenzio rammenta va fino a livelli che non mi permettevano di addormentarmi, l unica soluzione era coprirlo ascoltando questo https://m.youtube.com/watch?v=99XH7-vnIg8, i cui commenti mi hanno aperto un nuovo mondo di informazioni su come il suono nelle sue diverse frequenze influenzi da sempre la materia e quindi l organismo..

Questo per dire che a volte non tutti i mali vengono per nuocere..
In linea di massima nell arco di 50 gg ho migliorato la salute grazie ad un nuovo stile di vita, (ho iniziato anche con il caffe Deca piuttosto che non, ma soprattutto senza zuccheri veleni quali quelli raffinati e dolcificanti vari..utilizzando invece il miele) ed ho ampliato la mia cultura generale sotto diversi aspetti..

Insomma, mano a mano che l acufene diventava sempre più sopportabile,ho iniziato quasi a ringraziarlo per avermi dato una scossa tale da cambiare in meglio ogni abitudine possibile, ottenendo una salute performante rispetto a prima.

Ma la svolta repentina l ho ottenuta con l aggiunta finale e sinergica di omega 3, arginina alfa chetoglutarato e citrato dI magnesio.

In 2 giorni dalla loro assunzione, l acufene ha smesso di farmi cercare rimedi o esperienZe comuni con cui trovare quel sollievo che mi aiutò molto soprattutto all inizio..

E quindi eccomi qui a ringraziarvi per il supporto che mi avete dato, sperando che anche per voi l acufene si trasformi da nemico ostile a fedele compagno..

Fabio






Acufene reattivo, sua evoluzioneacufene14/07/2018 22.07 by craffaele
Acufene reattivoacufene21/06/2018 14.48 by Ravenz87
Laura Giovara (Rsi.ch)TELEGIORNALISTE FANS FORU...42 pt.17/07/2018 00.38 by taccone
OFFLINE
Post: 26
11/03/2017 22.13

Scusate gli errori tipo acun'energia e rammentava al posto di acufene e d aumentava, nn mi ero accorto..
OFFLINE
Post: 26
11/03/2017 22.23

OFFLINE
Post: 26
11/03/2017 22.36

Mi sono dimenticato alcune cose che nell Insieme sono state secondo me tutte utili e partecipi dell attenuazione fino al minimo possibile per ora..ovviamente spero passi del tutto.

Per dormire 10mg di melatonina ed anche se addormentarsi era difficile, lo diventava sempre meno, e poi al mattino mi svegliaVo almeno riposato e con un più pazienza da spendere nella sopportazione.

Al pomeriggio miele bio con curcuma cannella zenzero e pepe nero.

Ho fatto anche dei lavaggi con acqua a temp ambiente e acqua ossigenata in parti uguali usando una siringa ovviamente senz ago, China do il capo da un lato e versando dolcemente la soluzione nell orecchio libero verso l alto, stando 5 min per orecchio.
Mi dava sollievo ed oltretutto ho scoperto che potrebbe essere un buon rimedio x i sintomi influenzali se applicato al loro insorgere.

Non mi viene in mente altro..
Saluti e buon we
Fabio
[Modificato da Fa Bio 11/03/2017 22.38]
OFFLINE
Post: 26
14/03/2017 23.26

Ieri qui sul forum ho letto di un utente che aveva l acu da 3 anni ed è sparito con l assunzione di ribes nero macerato glicerico..oggi l ho comprato ed effettivamente lo sento già meno presente... spero non sia un caso è che continui così. .
OFFLINE
Post: 26
15/03/2017 17.15

Era un caso ma positivo e non demordo date le notevoli proprietà sfiammanti ed antistaminiche di questa gemma.
Un utente dice di essere guarito con l actigrip che oltre al paracetamol contiene appunto un antistaminico ed un decongestionante, e quindi non potevo che considerare naturalmente anche questa via.
Credo che se il corpo potesse scegliere un campanello d allarme, non potrebbe che essere l acufene.
Quando questo non è causato da traumi acustici dovuti all esposizione di forti rumori come concerti petardi o lavori sonori, e impossibile risalire alla causa, ma sicuramente c'è n e almeno una, e quasi certamente è l effetto sinergico e negativo di più fattori, quali ad esempio cattiva alimentazione, problemi cervicali e/o pressori e/o circolatori,inevitabili (purtroppo) carenze nutrizionali, e chi più ne ha più ne metta..
Nel mio caso ho ritenuto utile mettere apposto più così possibili, che andrebbero cmq mantenute imprescindibilmente efficienti, con o senza acufeni.
Ho fatto tesoro di ogni esperienza e buon consiglio che contemplasse le naturali funzioni organiche e contemporanei impedimenti, come ad esempio l inevitabile assunzione di metalli pesanti e la produzione di radicali liberi, a cui ho risposto con Msm ed acido ascorbico.
L acu è sempre lì,ma come dicevo sempre meno.
Purtroppo quando aumenta lo fa nel momento peggiore, ovviamente prima di andare a dormire, ma del resto diverse ore passate sul letto con posture scorrette davanti al tablet, tanto bene non ne avrebbe fatto in ogni caso.
Ma anche qui, il caro acu ha portato consiglio.
Dapprima ho cercato un paio di occhiali da riposo per leggere al monitor, poi ho trovato quelli specifici che ne filtrano la luce blu di cui solo ora mio malgrado vengo a conoscenza.

Sorvoliamo sull assenza d avviso come per esempio avviene quasi sempre con i livello degli auricolari ed andiamo oltre.

Ho quindi cercato un filtro adesivo da applicare al display, ho poi invece trovato un app per tablet che oltre a permettere di regolare l intensità del filtro applicato, ogni tot mi ricorda di muovere gli occhi lungo gli assi, sbatterli diverse volte e guardare lontano per tot tempo.
Si chiama eye protection e dulcis in fundo, la batteria sembra durare di più. .









[Modificato da Fa Bio 15/03/2017 17.18]
OFFLINE
Post: 53
18/04/2017 19.23

che tipo di integratori potrei prendere pure io per il mio?
non prendo nulla ma vorrei cominciare a prendere qualcosa.
OFFLINE
Post: 26
26/04/2017 17.00

Siamo fatti di acqua e minerali, con gli aminoacidi facciamo le proteine, e con le vitamine sono indispensabili in ogni dove.
L acufene arriva e non da spiegazioni.
L'unica cosa che possiamo fare e nutrire l organismo a 360 gradi, e sperare che si ripristini il sistema.
In ogni caso per diversi fattori quali alcol fumo, alimentazione priva di nutrienti, metalli pesanti e scorie metaboliche siamo tutti carenti in qualcosa ed in acidosi cronica.
L integrazione è doverosa a prescindere.
Un po di spunti li hai nei msg precedenti, puoi partire da li..
Ciao
[Modificato da Fa Bio 26/04/2017 17.02]
OFFLINE
Post: 53
26/04/2017 22.53

grazie Fabio
prenderò nota degli integratori e mi porrò all'attenzione di loro ni parallelo con altre cure.
credo che a questo punto, parlando in questo senso, sia anche utile magari confrontarsi con una bravo omeopata che indichi quali magari di questi prendere, in che modalità e vedere come va.
OFFLINE
Post: 26
27/04/2017 01.45

Sì perché no un parere esperto In più è sempre meglio che uno in meno.
Per quanto mi riguarda, il mio acufene e sx, ma rarissime volte di sentirlo più o meno leggermente anche a dx.
Quindi se sparisce da una parte prima o poi sparirà e basta spero.
[Modificato da Fa Bio 27/04/2017 01.50]
OFFLINE
Post: 26
27/04/2017 01.55

E questo implica differenti valutazioni ed interpretazioni.
Per esempio, quella delle cellule ciliate danneggiate è una pessima valutazione, che il cervello poi riproduca le frequenze mancanti dando origine all acufene, è una delle peggiori interpretazioni.
A breve tenterò con il silicio, ha proprietà piezoelettriche.
Il suono è l effetto neurosensoriale conseguente a diverse conversioni di "segnale".
L atmosfera di fatto è muta.
OFFLINE
Post: 53
03/05/2017 00.43

il suono a 8hz sembra molto interessante come effetto; spesso anche l il rumore di pioggia o il phon aveva effetto.
Anche io ho l'acufene a SX con oscillazioni a destra a volte.
A livello integrativo stavo predendo il ginko ( manco due settimane) ma sinceramente non ho avuto gradi miglioramenti..anzi a volte sembrava peggiorare.
Credo però che il connummio stress/riposo sia alla radice del mio; perché più sono stanco o stressato più è cavalcante.
Vorrei provare anche io un "cocktail" (passatemi il termine!) di integratori come il tuo per vedere come va, cambiando l'alimentazione in poco sale e tanta acqua!
OFFLINE
Post: 26
07/05/2017 19.38

Sinceramente,
L acufene non ha cura.
Arriva e basta, non chiede il permesso e non da spiegazioni.
Ciò che sentiamo penso sia dovuto ad una sensibilità improvvisa verso un suono interno e biologico che è sempre stato presente.
Ad ognuno di noi han fischiato almeno una volta le orecchie, ciò che ho sentito con il T. era a volte praticamente uguale.
Chi non lo conosce, se ne ha possibilità, può incontrarlo all interno di una camera anecoica dove si presenterà a chiunque.
Personalmente penso di averlo accusato in seguito all ascolto persistente di musica nel freddo di gennaio e sempre purtroppo immerso negli ormai onnipresenti wireless ed emf.
Altri fattori ambientali, molecole farmaceutiche aliene ed episodi vari, sfiga compresa.. hanno evidentemente prodotto lo stesso effetto innescando l ignoto.
Anche senza traumi acustici si può riscontrare, x cui la storia delle cellule ciliate sta a zero.
Senza vibrazioni, non esistono suoni. L apparato uditivo è "solo" un elaborato complesso tramite conversivo capolavoro di biomeccanica che termina il suo compito quando trasferisce l ultimo segnale al nervo acustico.
L unico possibile interessamento, Imho, potrebbe coinvolgerlo se tessuti diventati adiacenti per x-causa, trasferiscono lo scorrere del flusso ematico di cui sono ora testimone involontario.
Udito perfetto, e l acufene c'è l hai lo stesso.
Hai l otite? Colpa sua. Togli l otite? L acufene rimane.
Nessuno può essere esperto di acufeni, nessuno può offrire soluzioni.
Il risultato è sempre lo stesso, nessuno o non replicabile.
L unica via è ristabilire equilibrio a 360 gradi, attraverso olistica alimentazione e sane abitudini che siano garanti di efficienza e benessere...
e sperare che si ripristini il sistema attraverso progressive e graditissime attenuazioni.
Enjoy the silence.. non è una canzone ma un augurio che faccio a tutti Voi
OFFLINE
Post: 26
07/05/2017 20.09

L immagine a sx è l effetto che si ottiene quando l acqua è sottoposta a frequenze armoniche. Siamo composti x 2terzi di acqua.
OFFLINE
Post: 53
07/05/2017 23.03

se l'acufene ti viene per un trauma è ovvio che la colpa è nel trauma; se non avevi un trauma non avevi acufene.
Differente è il discorso di improvvisi e oscillanti acufeni che aumentano, spariscono, tornanto, se ne vanno, etc..
in questi casi non si conosce il motivo, ma di sicuro come dici te e credo pure io, è molto influenzato da stili di vita, dallo stress all'alimentazione.
Fatto sta che se appurato di origine precisa (quindi con una genesi diagnosticata) e trattato bene, sicuro passa o almeno regredisce magari di oltre il 90% (e ce ne sono di casi eh!).
Ergo dipende sempre da quale causa ha causato (scusate il gioco di parole) l'acufene di ogni singolo acufenizzato.
Fatto sta che stare attenti a tante cose (cibo, bevande, riposo, etc) riequilibra il corpo e aiuta a vivere meglio anche questa cosa!
OFFLINE
Post: 183
10/05/2017 23.10

Molti casi di guarigioni al 90%? Ma in che film??
OFFLINE
Post: 53
11/05/2017 12.17

marco dipende dal tipo di "genesi" che ha avuto...se è appurato che dipende dall'ATM o da altre patologie trattabili, risolvendo quel problema l'acufene regredisce, è normale.
Purtroppo questi casi sono pochi rispetto agli affetti in generale.
il "90%" è riferito (come scritto) all'abbassarsi del fastidio agendo sul fattore che lo genera.
Io stesso agendo sull'ATM ho avuto al tempo un miglioramento enorme, a veramente enorme, tanto che per 2 anni me lo sono scordato proprio il ronzio...
OFFLINE
Post: 183
12/05/2017 15.57

Solo che nel 99% dei casi non si riesce a stabilire cosa lo generi...non diamo false aspettative, quasi nessuno riesce nemmeno a ridurlo!
OFFLINE
Post: 26
12/05/2017 16.08

Io l ho ridotto da suicidio ad appena udibile.
Saltuariamente l avevo anche a dx.
Non appena sarà totalmente attenuato e x non meno di 10gg, relazionerò il percorso.
Indicativamente, attraverso disintossicazione di fegato reni ed apparato digerente.
Consiglio fortemente di non usare da benzodiazepine in poi per controvertire il fisiologico stress.
Apportano solo ulteriori dannI, o prima, o poi.
Farmaci x rimontare il cervello non esistono, fate attenzione.
Adeguato supporto è ottenibile dal litio in forma elementare, ascorbico e vitamina d3.

OFFLINE
Post: 53
12/05/2017 16.18

grazie fabio, sarà molto utile.
io in questo periodo sto cercando di non affaticarmi troppo (stress) e di bere molto, e questa cosa sembra giovarmi
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 3 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 03.51. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com