Audiologia e Acufene : il forum senza censura !!
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva

Speranza reale!

Ultimo Aggiornamento: 19/05/2018 17.57
Autore
Stampa | Notifica email    
OFFLINE
Post: 17
01/09/2017 15.57

Salve a tutti, vi riporto la mia esperienza con la speranza di poter aiutare qualcuno.

Esattamente due anni fà, mi esplose un acufene, non è un fischio, è un rombo devastante, che mi impediva persino di pensare, figuriamoci di dormire.

Vi risparmio la disperazione e la depressione che mi attanagliarono, la conoscete bene, purtroppo, se state leggendo.

Ma non sono qui per portare sconforto, ma per portare speranza!!!


Io soffro di diversi acufeni, fischi, campanelli, fruscii e acufeni pulsanti, ma tutti innocui, è anni che ci convivevo, senza neanche pensarci; non che siano piacevoli, ma non influenzano in nessuna maniera la mia vita.
soffro anche da più di 20 anni di vertigini, insomma una vitaccia [SM=g6794] ...la vita è sempre meravigliosa!!!

Ma poi è arrivato il tuono, il motore che romba e vibra, allucinante!

Dopo un anno,ho ripreso a fare una vita normale, mi ci sono abituato, anche se alcuni giorni era insopportabile, ma non avevo più bisogno di prendere nulla per dormire (si perchè usavo il Rivotril per dormire), grazie ad una traccia audio di un suono binaurale, che mi mettevo nelle cuffiette, ad un volume che copriva leggermente il mio acufene, riuscivo ormai a dormire...mi sono sentito salvo!

Il sonno, non sottovalutate il potere del sonno.

Poi un viaggio che ha cambiato il corso delle cose.
Ero seduto in un aereo ad elica, proprio vicino al motore, un'ora e mezzo di volo, con qul rumore, molto simile al mio acufene, ma molto più forte, sparato dritto nell'orecchio.

La sera del mio arrivo nel posto di villeggiatura, mi accorgo che l'acufene è sparito, passo 10gg senza mai sentirlo.
Attribuisco il tutto al calo di stress della vita quotidiana (si perchè immagino che ormai avrete capito tutti che lo stress gioca un ruolo fondamentale e probabilmente per alcuni è la causa scatenante degli acufeni).
Insomma attribuisco il tutto alla vacanza e alla pace che trovai in quel luogo.

Dopo 2-3 giorni di ritorno a casa, l'acufene ritorna, impreco, ma torno subito ad abituarmici.
La convinzione che lo stress sia il colpevole numero uno, aumenta...ma forse non è semplicemente così.

Passano i mesi e certe volte lo sento meno, in certi momenti sparisce, ma poi torna sempre, non c'è più un giorno intero senza.
Quando si placa?
Quando faccio un bel giro in bici (sono un ciclista amatore e il fine settimana faccio giri anche di 5-6 ore, quelli sono i giorni migliori, la scarica di endorfine, sembra placarlo), quando mi bevo qualche birra o quando mi faccio una bella mangiata.
Ma questo non sempre, non è una regola, non riesco a trovare un vero nesso tra l'azione e la conseguenza, tutto abbastanza illogico.

Vi lascio immaginare che ho provato di tutto, dall'alimentazione, agli integratori a veri e propri farmaci, ma questo è un capitolo a parte.

Ma un giorno si accende la lampadina.

Penso a quel viaggio, al rumore dell'aereo, ai miei giri in bici, dove per ore il vento mi soffia dritto nelle orecchi e in discesa, dove lascio scorrere la mia bici, è pure bello forte.

Così mi scarico una traccia audio con un suono binaurale (ci sono arrivato per gradi, provando e riprovando diverse frequenze, finchè non ho trovato quella che più si avvicinava al mio acufene, che poi risultò essere la prima che avevo usato mesi fà, quella per addormentarmi) ve la posto youtu.be/Y-urmCRs61I

Me la sparo nelle orecchie ad un volume medio, copre completamente l'acufene, un volume che non mi arrechi danno all'udito, ma comunque alto (per me solo così ha funzionato), per circa 2 ore la mattina e 2 ore il pomeriggio.

Ormai è un mese, l'acufene si è ridotto dell'90%, quando c'è è meno fastidioso.

Non ho idea di quali siano i motivi legati dietro a questo meccanismo, probabilmente "freghi" il cervello, probabilmente non sappiamo ancora tante di quelle cose sugli acufeni, probabilmente inverti il circolo vizioso, ovvero comparsa dell'acufene, stress cronico, paura, ansia, acufene e via dicendo.

Così lo spegni, dormi meglio, riduci fortemente lo stress, smetti di pensarci e l'acufene regredisce.

Non sò se sparirà definitivamente, io vado avanti così e vediamo, magari fra qualche mese vi farò sapere.

Sò però che in questo forum ed in altri, hanno scritto persone con il mio stesso acufene e che possono provare se questa soluzione, aiuti anche loro, ne sarei felicissimo, ho scritto per qeusto, perchè so che inferno si vive!

Ho letto di esperienze simili, ho letto che a qualcuno è sparito con un forte rumore, così come era venuto, magari funziona anche per chi ha altri tipi di acufeni, credo che il "giochino sia usare il suono più vicino possibile al proprio acufene, bisogna ingannare il cervello!
Non bastano pochi minuti, ma ore e costanza.

Notate che appena tolgo le cuffiette, l'acufene per un paio di minuti è bello forte, poi sparisce.

Se avete domande io sono qui.



Giro d'Italia 2018 - 19a tappa: Venaria Reale - Bardonecchia (Jafferau)Forum dello scalatorereale25/05/2018 19.33 by Nebe1980
Domitilla SavignoniTELEGIORNALISTE FANS FORU...44 pt.23/06/2018 16.47 by Allaroundtheworld84
dalla vostra visione delle scrittureTestimoni di Geova Online...42 pt.24/06/2018 12.01 by TNM
OFFLINE
Post: 53
02/09/2017 12.33

praticamente fai una specie di TRT che funziona bene nel tuo caso.
credo che l'esposizione a quel rumore continua "tari" il cervello ad ignorarla e per questo ti sparisce l'acufene.
Condivido a pieno il nesso stress-acufene...anche ioq uando facevo nuoto stavo meglio.
In bocca al lupo !!!!
OFFLINE
Post: 17
03/09/2017 17.56

Re:
Furio.84, 02/09/2017 12.33:

praticamente fai una specie di TRT che funziona bene nel tuo caso.
credo che l'esposizione a quel rumore continua "tari" il cervello ad ignorarla e per questo ti sparisce l'acufene.
Condivido a pieno il nesso stress-acufene...anche ioq uando facevo nuoto stavo meglio.
In bocca al lupo !!!!




Ciao Furio, grazie e crepi il lupo!!!

No non credo che sia come una TRT, per diversi motivi.

La TRT cerca di mascherare l'acufene con dei suoni non invasivi, sostanzialmente neutri, che non devono coprire totalmente l'acufene, ma confonderlo con i suoni, senza creare disagio a chi li ascolta.

Il suono che uso io è molto simile al mio acufene e lo uso ad un volume medio/alto, copre totalmente l'acufene ed è molto fastidioso, molto.

Prova ad ascoltare la traccia che ho postato con delle cuffiette, ad un volume medio/alto e capirai bene cosa intendo.

Oserei dire che siamo molto lontano da una TRT.

Non sò cosa succeda al cervello o alle vie atte a farci sentire, ma l'acufene sparisce proprio e quando compare, è ridotto moltissimo e intermittente.

Io andrò avanti per vedere cosa succede, vi aggiornerò sicuramente.


Ripeto che ho riportato la mia esperienza per vedere se qualcuno ha la mia stessa reazione a questo "sistema", a proprio rischio e pericolo, non sò cosa possa succedere alla lunga, ma io onestamente sono pronto a rischiare.
Ovviamente il volume non lo uso a livelli così alti, da potermi danneggiare l'udito, ma comunque, visto che siamo in un campo inesplorato (parlo di quello degli acufeni), bisogna mettere in conto tutto.

Posso solo dire che dopo un mese è sorprendente come si stia riducendo il fastidio.
Se smetto non sò se tornerà tale e quale a prima, vedremo in futuro.



OFFLINE
Post: 17
24/12/2017 09.19

Sono ormai passati 4 mesi e continuo ad andare avanti con le mie cugffiette, và sempre meglio, anche se l'acufene non è sparito completamente, posso permettermi di saltare qualche mezza giornata, senza che compaia e se lo fà, compare per pochissimo.
Quando compare l'intensità è rimasta pressochè la stessa, ma essendomi ormai abituato, sicuramente meno invasiva.

Ormai sono convinto che la componente psicologica si predominante per il mio tipo d'acufene (probabilmente lo è per molti), è come se il cervello debba essere resettato, il problema è che ci vuole tempo e costanza, perchè inconsapevolmente và sempre a cercare quel suono e quella frequenza...sono convinto che se uno avesse un'amnesia, l'acufene sparirebbe, tanto per capirci.

Comunque io continuo così, perchè la qualità della mia vita ormai è decisamente migliorata, dormo benissimo e quello che mi sembrava uno problema invalicabile, è diventato semplicemente uno dei tanti.

Aggiornerò la mia situazione senz'altro.

Colgo l'occasione per augurare a tutti voi un felicissimo Natale e un nuovo anno ricco di pace e serenità e possibilmente senza acufene [SM=g2284346]


OFFLINE
Post: 104
24/12/2017 19.24

ciao amberdown mi interessa, mi era sfuggito questo post. volevo scaricare il suono da youtube ma il convertitore dice che è una traccia audio troppo lunga per eseere scaricata mannaggia. la devo sentire solo su youtube quindi. la tua storia sembra incredibile, intendo quella dell'aereo a elica- dove stanno gli aerei a elica? ciao e buon natale a te e a tutti
OFFLINE
Post: 17
26/12/2017 17.04

Re:
maarco95, 24/12/2017 19.24:

ciao amberdown mi interessa, mi era sfuggito questo post. volevo scaricare il suono da youtube ma il convertitore dice che è una traccia audio troppo lunga per eseere scaricata mannaggia. la devo sentire solo su youtube quindi. la tua storia sembra incredibile, intendo quella dell'aereo a elica- dove stanno gli aerei a elica? ciao e buon natale a te e a tutti




Ciao marco, prova a usare questo www.onlinevideoconverter.com dovrebbe funzionare.
Incredibile lo è davvero, perchè quel volo mi ha letteralmente cambiato la vita e pensare che non avevo neanche messo subito in relazione la cosa, c'ho messo dei mesi a realizzare.
Senz'altro la componente emotiva è parte importante per chi soffre di acufeni, credo che sai un pò un cicrcolo vizioso che si và ad innescare, spegnendone una parte, la situazione migliora.

Il cervello è talmente qualcosa di così "inesplorato" ancora oggi, che tante spiegazioni non riusciamo a darle, ma a me interessa il risultato finale [SM=g2305351]

Sinceramente potrei andare avanti così anche per sempre, con le mie cuffiette; me ne hanno proprio regalato un paio per Natale Wireless, che neanche mi accorgo di avere, le collego al telefono che può stare anche a molti metri di distanza e via.


[Modificato da Amberdawn 26/12/2017 17.05]
OFFLINE
Post: 1
24/01/2018 00.05

Ciao ho letto con interesse i vari post. Io soffro di acufene da 6 anni. Ricordo perfettamente quando e' iniziato e cioe una notte in un periodo prolungato di stress. Voglio provare a mettere in pratica i consigli qui descritti e poi tra un po mi rifaro' vivo per aggiornare la mia esperienza . Grazie
OFFLINE
Post: 53
05/03/2018 16.49

anche all'AIRS mi hanno detto che la TRT è essenziale adesso come adesso per "addestrare" la mente ad eslcudere certe frequenze!
OFFLINE
Post: 17
13/05/2018 09.34

Aggiorno la mia situazione
Ho provato a non usare per qualche giorno le cuffiette, l'acufene non è cambiato, nel senso che se non faccio uso del suono binaurale, l'acufene è sempre presente.
Ovviamente non ha più l'impatto emotivo che aveva 3 anni fà quando è iniziato, ma comunque rimane fastidioso, riesco a dormire, il cervello ormai si è abituato.

Non appena ho rimesso le cuffiette, è bastata un'ora e l'acufene è nuovamente sparito per le successive 12-16 ore.
E' una cosa davvero incredibile come questo suono spenga il mio acufene, ad oggi non sono riuscito a darmi una spiegazione razionale

Probabilmente se non usassi le cuffiette, ci potrei convivere ugualmente, ma visto che ho trovato una sorta di "cura" non vedo la ragione di dover vivere con un fastidio, che comunque invade la nostra serenità.

E' vero che all'acufene ci si abitua, ma rompe sempre le scatole comunque!

Vediamo tra altri mesi di utilizzo cosa succede, magari alla lunga qualcosa succede. Aggiornerò la situazione

OFFLINE
Post: 7
14/05/2018 16.28

ciao ,ben vengano testimonianze come queste , che a mio modo do vedere aiutano più che recarsi presso otorini della medicina tradizione .... nel mio caso mi è comparso in maniera fissa da inizio marzo di quest'anno, sembra assurdo ma pratico pure yoga da anni imparando ad ascoltare il mio corpo e sono giunto alla conclusione che nella maggior parte dei casi vengono creati dal nostro cervello con l'aggravante dello stress e una volta uscito non è facile poterlo completamente cancellare ci si deve convivere con alti e bassi ,forse una strada interessante potrebbe essere l'ipnosi ,chissa' magari da uno bravo che entra nell'inconscio riesce poi a cancellare questi acufeni dal cervello....
OFFLINE
Post: 7
16/05/2018 10.24

nel frattempo ho eseguito una piccola ricerca sul web in riferimento al suono su you tube da te esposto ed è uscita una interessante realtà sul suono binaurale.... non so se sia un caso ma ieri mattina ho ascoltato per un'ora quel suono su you tube e verso le 16 sparito completamente acufene per poi ritornare questa mattina ,ma ho potuto dormire sereno 9 ore consecutive ..... effetto placebo?

accademiainfinita.it/blog/23-scienza/103-la-scienza-della-musica-b...
[Modificato da levisss 16/05/2018 10.26]
OFFLINE
Post: 17
18/05/2018 16.43

Re:
levisss, 16/05/2018 10.24:

nel frattempo ho eseguito una piccola ricerca sul web in riferimento al suono su you tube da te esposto ed è uscita una interessante realtà sul suono binaurale.... non so se sia un caso ma ieri mattina ho ascoltato per un'ora quel suono su you tube e verso le 16 sparito completamente acufene per poi ritornare questa mattina ,ma ho potuto dormire sereno 9 ore consecutive ..... effetto placebo?

accademiainfinita.it/blog/23-scienza/103-la-scienza-della-musica-b...




Ciao, sono contento che anche tu abbia provato l'esperienza della scomparsa totale dell'acufene per qualche ora, è esattamente quello che succede a me. Non ho capito che tipo di acufeni tu abbia leggendo il tuo racconto, capisco solo che ti è comparso questa primavera, hai parlato di un ronzio, quindi presumo possa essere simile al mio, se così fosse la cosa è molto interessante.

Mi ero anch'io documentato sui suoni binaurali e la cosa aveva preso un senso logico, ma quello che non mi torna è che la mia esperienza è scaturiti da un viaggio in aereo e dal rumore del motore ad elica che aveva fatto scomparire completamente l'acufene per una decina di giorni e non posso pensare che quello fosse un suono binaurale, proprio per la definizione stessa di quest'ultimo.
Per questo stò rivolgendo l'attenzione ad altre spiegazioni.

Devo però ammettere che questo suono binaurale, che ormai mi accompagna da mesi, è diventato davvero piacevole, mi rilassa moltissimo, spesso con le cuffiette e quel suono, mi ci addormento e per chi l'ha provato, non è certo scontato.

Effetto placebo?
Non lo escludo proprio, ma anche se fosse, va bene uguale, l'importante funzioni; ci sono studi in doppio cieco che relazionano l'effetto placebo all'efficacia reale di alcuni farmaci, quindi non sarebbe una sorpresa, la mente ha un potere pazzesco sul nostro corpo.

Ma inizio a credere che ci sia anche una vera e propria componente "meccanica", provo a spiegarmi.
L'origine del mio acufene ha sicuramente una componente psicosomatica, questo farebbe pensare ad una relazione con l'idrope ("patologia" della quale io soffro con certezza da anni), quindi la sua comparsa potrebbe essere stata causata da un eccesso di idrope che ha reso particolarmente sensibili le cellule ciliate atte a quel tipo di frequenza sonora.
Il suono che ascolto a un volume medio/altro, "stanca/calma" (non saprei bene come definire) le cellule ciliate, fermando l'acufene.

Ho notato che il mio orecchio, da quando è comparso questo acufene, è molto più sensibile a quella frequenza, quando passa un autobus, ad esempio, sento proprio lo stesso rumore dell'acufene e fatico a differire i due suoni, questa cosa mi stà facendo molto riflettere.

Sarebbe interessante capire se lo stesso meccanismo potrebbe funzionare per altre frequenze e quindi per altre tipologie di acufene, io ne ho altri di frequenze diverse, ma non mi danno fastidio, quindi mi stò focalizzando su questo, altrimenti se inizio a sperimentare altri suoni, viene fuori un bel casino

Rimango comunque convinto di una profonda relazione psicosomatica, bisognerebbe disinnescare l'attenzione che il nostro cervello dà a questi suoni fantasma, cosa non certo semplice, soprattutto all'inizio quando si ha anche paura per quello che ci stà capitando.
OFFLINE
Post: 7
18/05/2018 18.57

ciao, passando i giorni ho potuto fare diverse prove e confermo che questo suono mi toglie l'acufene , a me l'acufene varia di intensità e modalità anche in base a quello che mangio ,ad esempio ieri non ho resistito e dopo una bella mangiata di bresaola quella nostrana che ovviamente rimane molto salata e verso sera mi è venuto l'acufene pulsante (pressione arteriosa sempre regolare 120/80 ,la monitoro spesso da quando mi è uscito l'acufene ),sai che bello andare a letto con l'acufene pulsante al ritmo del cuore in testa .... nonostante sono riuscito a chiudere occhio per qualche ora ... alla mattina ho ascoltato quel suono e dopo pranzo come per magia acufene scomparso,,, oramai sono certo che quel suono ha un effetto calmante sulla mia mente che fa scomparire completamente l'acufene ... confermo con quanto hai ribadito che anche nel mio caso l'acufene è di origine psicosomatica dovuto ad una certa condizione mentale , lo dimostra il fatto che quando partiamo per fare alcuni giorni di relax fuori casa l'acufene quasi svanisce non dandomi più fastidio... per poi ricomparire in maniera fastidiosa quando ritorniamo a casa alla solita routine .... sembra quasi che nella vita di tutti i giorni il mio cervello richiama quella condizione mentale dove ricompare l'acufene ... è per questo che inizio a credere che con la terapia dell'ipnosi possa trovare giovamento cancellandolo per sempre dalla memoria della mia mente. nel mio caso molto probabile mi è venuto per un periodo di forte stress/ansia ,ed ora anche se in relax ormai la mia mente ha memorizzato quella determinata condizione mentale che mi porta l'acufene ,è diventato come un ticchio tipo chi si mangia le unghie e non riesce a smettere ... a me la mia mente ha tirato fuori il giochino dell'acufene.. per il momento tengo duro e continuo a svolgere la mia vita praticando intensa attività fisica a cui non riuscirei mai a rinunciarci, l'unica cosa che ho dovuto smettere per il momento è la panca inversa che io amavo fare tutti i giorni dopo l'allenamento in palestra per scaricare e rilassare la colonna vertebrale , ma ultimamente mi procurava vertigini stare molto tempo a testa in giù da quando mi è comparso l'acufene ...
[Modificato da levisss 18/05/2018 19.52]
OFFLINE
Post: 4
18/05/2018 19.51

Il mio Vigliacco
Ciao a tutti.

Il Vigliacco si è mostrato 4 mesi fa dopo un banale raffreddore a sx e come per la maggior parte di voi ha dato inizio al calvario (in corso purtroppo) tra otorini, specialisti gnatologi, osteopati ed esami vari (non faccio un lavoro pericoloso per l'udito, ma ora non riesco nemmeno a provare a lavorare).
Sembra io abbia una forte sinusite a sx (ma secondo i medici non è la causa dell'acufene) ed un problemino congenito tra mandibola e mascella sx (anche questa non dovrebbe esserne la causa, visto che fino a 50 anni non mi ha dato problemi).
A parte l'ansia che sale e lo aumenta (a volte mi sembra bilaterale) e le varie medicine / integratori presi o che sto prendendo, cercherei anche a non pensarci ma è impossibile come per molti di voi.
Prendo spunto da quello che ha scritto Amberdawn perchè è capitato anche a me una cosa simile alla sua ma non riesco a replicarla.
Il mio acufene è scomparso per un giorno intero quando la mia compagna un sabato mattina ha acceso l'aspirapolvere: ho sentito un crack all'orecchio sx poi il silenzio (l'udito è perfetto).
Riuscite a darne una spiegazione ?
E se riaccendo l'aspirapolvere purtroppo non ricapita.

Il mio acufene lo potete sentire anche voi: se vi piacciono gli U2, ascoltate l'inizio di EXIT. Quella specie di suono di grilli che introduce la batteria è il mio vigliacco.

E pensare che amo gli U2 !! [SM=g7041] [SM=g7041] [SM=g7041]

Ciao a tutti.
OFFLINE
Post: 17
18/05/2018 20.40

Re:
levisss, 18/05/2018 18.57:

ciao, passando i giorni ho potuto fare diverse prove e confermo che questo suono mi toglie l'acufene , a me l'acufene varia di intensità e modalità anche in base a quello che mangio ,ad esempio ieri non ho resistito e dopo una bella mangiata di bresaola quella nostrana che ovviamente rimane molto salata e verso sera mi è venuto l'acufene pulsante (pressione arteriosa sempre regolare 120/80 ,la monitoro spesso da quando mi è uscito l'acufene ),sai che bello andare a letto con l'acufene pulsante al ritmo del cuore in testa .... nonostante sono riuscito a chiudere occhio per qualche ora ... alla mattina ho ascoltato quel suono e dopo pranzo come per magia acufene scomparso,,, oramai sono certo che quel suono ha un effetto calmante sulla mia mente che fa scomparire completamente l'acufene ... confermo con quanto hai ribadito che anche nel mio caso l'acufene è di origine psicosomatica dovuto ad una certa condizione mentale , lo dimostra il fatto che quando partiamo per fare alcuni giorni di relax fuori casa l'acufene quasi svanisce non dandomi più fastidio... per poi ricomparire in maniera fastidiosa quando ritorniamo a casa alla solita routine .... sembra quasi che nella vita di tutti i giorni il mio cervello richiama quella condizione mentale dove ricompare l'acufene ... è per questo che inizio a credere che con la terapia dell'ipnosi possa trovare giovamento cancellandolo per sempre dalla memoria della mia mente. nel mio caso molto probabile mi è venuto per un periodo di forte stress/ansia ,ed ora anche se in relax ormai la mia mente ha memorizzato quella determinata condizione mentale che mi porta l'acufene ,è diventato come un ticchio tipo chi si mangia le unghie e non riesce a smettere ... a me la mia mente ha tirato fuori il giochino dell'acufene.. per il momento tengo duro e continuo a svolgere la mia vita praticando intensa attività fisica a cui non riuscirei mai a rinunciarci, l'unica cosa che ho dovuto smettere per il momento è la panca inversa che io amavo fare tutti i giorni dopo l'allenamento in palestra per scaricare e rilassare la colonna vertebrale , ma ultimamente mi procurava vertigini stare molto tempo a testa in giù da quando mi è comparso l'acufene ...



Anche a me lo sport mi ha aiutato moltissimo nel momento più difficile, la scarica di endorfine mi aiuta sicuramente sia al livello mentale che fisico.
Vedrai che le cose andranno sempre meglio e non lo dico per circostanza, è realmente così, si fiducioso, tutto tornerà alla normalità, con o senza acufene, la tua vita sarà la stessa, ma avrai maggiore consapevolezza, consapevolezza che la vita và vissuta fino all'ultima goccia, cercando di non farsi travolgere dallo stress della vita quotidiana.
Sono certo che chi soffre di acufeni (non da danno uditivo) abbia in comune alcuni tratti caratteriali particolari, siamo persone sensibili, probabilmente abbiamo vissuti di ipocondria, certamente affrontiamo le scelte con difficoltà, è quest'ultima caratteristica che credo sia distintiva, vulnerabilità allo stress decisionale, ma sono solo supposizioni ovviamente, ecco perchè non posso che essere d'accordo sulla componente psicosomatica.

Al di là di questo, la tua idea sull'ipnosi è decisamente valida, non l'avevo presa in considerazione fino all'altra volta quando l'avevi accennato, ho iniziato a documentarmi, il problema è il solito...trovare gente competente, ma vedremo...

Ho utilizzato la panca ad inversione per diversi anni, la usavo perchè mi dava sollievo alla schiena quando facevo palestra in maniera intensa, convinto che mi portasse molti benefici.
Poi mi fu sconsigliata da un fisioterapista e per risolvere le problematiche per le quali la utilizzavo, ho iniziato a seguire altre strade.
Sicuramente nel mio caso la postura e la maniera errata nel eseguire determinati esercizi, aveva causato vari problemi alla schiena e non solo.
Ai miei tempi le conoscenze in materia erano limitate a coloro che facevano pesi da più tempo, quindi si faceva quello che consigliavano i "vecchi", la tecnica d'esecuzione era trascurata dai più, me compreso, ora è tutto diverso, ci sono diverse fonti dalle quali trarre ottimi spunti.
Oltre a fare ciclismo, pratico anche palestra, focalizzandomi molto sugli esercizi che aiutano a correggere le mie problematiche posturali, ho tratto benefici impensabili.
Tutto questo per dire che il dover abbandonare la panca ad inversione non è detto sia un male [SM=g2284376]




OFFLINE
Post: 17
18/05/2018 20.51

Re: Il mio Vigliacco
estegs66, 18/05/2018 19.51:

Ciao a tutti.

Il Vigliacco si è mostrato 4 mesi fa dopo un banale raffreddore a sx e come per la maggior parte di voi ha dato inizio al calvario (in corso purtroppo) tra otorini, specialisti gnatologi, osteopati ed esami vari (non faccio un lavoro pericoloso per l'udito, ma ora non riesco nemmeno a provare a lavorare).
Sembra io abbia una forte sinusite a sx (ma secondo i medici non è la causa dell'acufene) ed un problemino congenito tra mandibola e mascella sx (anche questa non dovrebbe esserne la causa, visto che fino a 50 anni non mi ha dato problemi).
A parte l'ansia che sale e lo aumenta (a volte mi sembra bilaterale) e le varie medicine / integratori presi o che sto prendendo, cercherei anche a non pensarci ma è impossibile come per molti di voi.
Prendo spunto da quello che ha scritto Amberdawn perchè è capitato anche a me una cosa simile alla sua ma non riesco a replicarla.
Il mio acufene è scomparso per un giorno intero quando la mia compagna un sabato mattina ha acceso l'aspirapolvere: ho sentito un crack all'orecchio sx poi il silenzio (l'udito è perfetto).
Riuscite a darne una spiegazione ?
E se riaccendo l'aspirapolvere purtroppo non ricapita.

Il mio acufene lo potete sentire anche voi: se vi piacciono gli U2, ascoltate l'inizio di EXIT. Quella specie di suono di grilli che introduce la batteria è il mio vigliacco.

E pensare che amo gli U2 !! [SM=g7041] [SM=g7041] [SM=g7041]

Ciao a tutti.




L'ho sentito, sicuramente fastidioso, come tutti gli acufeni direi, perchè più che il suono stesso, è quello che rappresentano che genere la paura e l'angoscia, il suono di per se non è così determinante, nel senso che tutti sono fastidiosi.

Io ne ho diversi, quello che fà la differenza è l'invasività, il volume vero e proprio, più è forte e più è devastante, infatti quello che mi genera problemi è esclusivamente uno, agli altri neanche ci faccio caso.


Spiegazioni per cui con il suono dell'aspirapolvere te l'abbia spento per un giorno, non potrà dartene nessuno, magari è stata solo una casualità, potresti provare a scaricarti una traccia audio su youtube e provare ad ascoltarla per un pò e verificare cosa succede, proprio come ho fatto io.

Cerca di non dargli troppe attenzioni...lo sò...è una frase fatta, ma in questo momento meno ci pensi e meglio è, non documentarti troppo, non ne parlare spesso, leggi solo di esperienze positive e se puoi evita i forum che ne parlano in generale, all'inizio fà più male che bene.

In bocca al lupo!
OFFLINE
Post: 4
19/05/2018 10.17

Grazie per i consigli, cercherò di convincere il mio cervello che quel suono non è un problema.
Se solo riuscissi a trovare QUEL suono che me lo abbassa di volume ed intensità.
Ciao e grazie.
OFFLINE
Post: 7
19/05/2018 17.53

nel mio caso ho anche l'ultimo dente del giudizio che risulta da tempo molto instabile e spesso notavo comparire una fistola sulla gengiva come se fosse infiammato ,il dentista mi ha sempre detto che prima o poi lo dovrò togliere ... ma si va sempre di fretta e ho sempre rimandato.. al momento faccio sedute presso un fisioterapista/osteopata a cui ho fatto presente degli acufeni e lui sta lavorando sulla mandibola collo e testa .. da ieri sera il dente del giudizio mi si è infiammato di brutto e mi fa un male impossibile pulsante ,guarda caso è sabato e il mio dentista è chiuso!!! la cosa strana è che l'acufene è sparito e ha lasciato spazio al dolore del dente ... prossima settimana appena si sfiamma corro ad estrarlo una volta per tutte e vediamo che succede.. certo che il dente del giudizio rimane molto vicino alle cavità dell'orecchio... vedremo....oramai non so più a chi dare la colpa della comparsa di questo acufene [SM=g6794] [SM=g6794]
[Modificato da levisss 19/05/2018 17.57]
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12.33. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com